Sfortunatamente non spediamo nel tuo paese.

SERVICE CHAT TALK TO THE PEOPLE THAT BUILD YOUR BIKE:

CHAT IS NOT AVAILABLE RIGHT NOW. WE WILL BE BACK ONLINE SOON.

Trova subito la tua risposta qui. Il nostro Servizio Tecnico è disponibile di nuovo domani dalle 09:00. Scrivici.

Al fine di massimizzare le prestazioni delle bici da corsa del futuro, dobbiamo considerare le performance di comfort e guida allo stesso livello degli attuali parametri convenzionali.

Lo sviluppo di uno chassis attivo ci permette di migliorare notevolemte il comfort ed il controllo di una bici. Al cuore di questo progetto vi è un innovativo sistema basato su uno stelo ed una cartuccia in carbonio che utilizza gli ultimissimi cuscinetti a fluido MR (magneto-rheological) il tutto collegato ad una serie di sensori, ed il processore centrale chiamato "On-Board Unit". Noi abbiamo chiamato questo sistema "Magneto-Rheological Suspension Control", o in parole più semplici, MRSC.

La "On-Board Unit" integrata collega una serie di sensori che sono in grado di rilevare lo stile di guida e le condizioni della strada e che regolano così lo chassis della bici di conseguenza. I sensori posizionati nel manubrio possono sentire come il ciclista stia guidando, per esempio spingendo per un uno sprint o salendo nel bosco, mentre i sensori posizionati nel reggisella percepiscono le condizioni del terreno. La Geometria è basata sulla nostra Geometria Pro più orientata alle prestazioni da corsa per dare una posizone in sella maggiormente aerodinamica.

Sospensione attiva

I cuscinetti MR di nuovo sviluppo posizionati nel perno delle forcelle garantiscono un effetto di "smorzamento". La tecnologia è basata sull'utilizzo di un fluido magneto-reologico. Particelle metalliche sono sospese in un fluido, che viene polarizzato tramite esposizione ad un campo magnetico. Questo processo modifica la viscosità del fluido, rendendolo solido e quindi irrigidendo il perno. I sensori posizionati sulla bici raccolgono dati sulla conduzione e sulla superficie della strada, e così istantaneamente inviano impulsi ai cuscinetti MR che variano le prestazioni di smorzamento. Quindi l'intero sistema si modifica in automatico per dare massima rigidità o assorbimento delle vibrazioni. Tutto quello che il ciclista deve fare è solo concentrarsi sulla sua prestazione.

Connettività

Cambi elettronici e misuratori di potenza sono ormai componenti comuni sui modelli di punta. I computer GPS hanno ormai sostituito i normali ciclocomputer. Siamo ora in grado di navigare e raccogliere i dati del nostro allenamento in bici per poi condividerli con i nostri amici semplicemente condividendoli sui vari social network. La tecnologia sta continuamente evolvendo la maniera in cui viviamo il ciclismo.

Abbiamo voluto guardare oltre l'attuale tecnologia a disposizione per immaginare cosa sarebbe capace di fare una bici "connessa". Quali altre opportunità si aprirebbero introducendo nuove soluzioni elettroniche? Cosa sarebbe se la bici fosse in grado di comunicare con il ciclista? Queste idee possono sembrare appartenere ad un futuro lontano, ma invece la nostra unità intelligente "One-Board Unit", sviluppata con Deutsche Telekom, dimostra che tutto ciò non è poi così lontano.

Così come per le auto, anche per la bici una manutenzione e tagliandi regolari sono fondamentali per garantire sicurezza e prestazioni sempre al top. Queste procedure a volte richiedono la sostituzione di parti sottoposte ad usura come le pastiglie dei freni, la catena, le guaine dei cavi, etc. La nostra On-Board Unit è in grado di valutare quando queste parti necessitano di essere sostituite e tiene inoltre traccia dei vari tagliandi svolti o da farsi.

Un incidente può avvenire in pochissimi secondi. Quando si esce soli, chiamare soccorso in caso di emergenza diventa un problema molto serio. La funzione di chiamata d'emergenza, detta "E-Call", riconosce quando si è vittima di una caduta seria ed invia in automatico un segnale di richiesta d'intervento mandando l'esatta posizione per un intervento preciso e celere.

Il modulo GPS integrato nel telaio è in grado di registrare la posizione della bici per offrirti il monitoraggio dei dati dei tuoi allenamenti senza aver piu' bisogno di un apparato GPS apposito. Inoltre, un altro vantaggio è la reperibilità della bici in caso di furto.

Design

La complessità tecnica di una bici da strada "full suspension", ovvero ammortizzata, è nascosta dalle linee pulite del telaio e dal suo design che mette in mostra solo ciò che è essenziale alla struttura. Forme omogenee dei tubi sono state disegnate per donare l'effetto di una linea unica ed infinita che scorre lungo tutto il telaio. Il risultato sfida ogni regola del design di una bici da strada ammortizzata.

La forma richiama eleganza ed energia attraverso l'abbondanza di linee parallele, un carro posteriore appiattito così come l'inclinazione in avanti di alcuni elementi. Tutte le parti delle sospensioni sono messe in evidenza da colori sgargianti per richiamare l'attenzione su questa innovazione tecnologica futuristica.