Unruly.
Unbound.
Unreal.

La nuova Torque

Una bici innovativa deve infrangere le regole. Non può avere a che fare con la routine o esistere nella tua vita reale. Dovrebbe riempire i tuoi sogni di montagne da esplorare e farti fantasticare su quando e dove pedalerai la prossima volta. Libera. Ribelle. Irreale. Gap vertiginosi, trail in pieno stile Double-Black e salita disinvolte per tornare all'inizio del percorso. L'unica cosa in grado di arrestare la nuova Torque sarà la tua immaginazione.

VIDEO

Freeride

Durante l'esecuzione di tuck no hander o di whip grandiosi, per Thomas Genon e Tomas Lemoine è fondamentale la reazione della bici nella fase aerea ed in particolare in fase di atterraggio. Il triangolo anteriore in carbonio è a prova di bomba ed i robusti foderi in alluminio garantiscono la massima resistenza, mentre l'agile geometria e la sufficiente escursione ti assicurano il controllo del mezzo anche nei salti più impegnativi. La tua bici ti implorerà di farla volare.

Cockpit G5

I componenti gravity sono stati testati ed è stata loro assegnata la categoria più elevata: la 5. Sviluppata impiegando il massimo impegno nei controlli qualità e nel design oltre alle strette collaboraizoni con le nostre squadre di professionisti, questa nuova gamma di manubri, attacchi manubrio e manopole a prova di bomba segnano un nuovo standard nel settore della componentistica per il ciclismo.

Geometria

Super enduro, park bike, freeride, scegli la disciplina che preferisci. Ciò che conta è che la geometria della nuova Torque offra maggiore controllo e stabilità anche a grandi velocità, restando al contempo agile e giocosa sia sul terreno sia nella fasi aeree.

Un triangolo anteriore allungato abbinato ad un triangolo posteriore più corto garantiscono un eccellente equilibrio, rimanendo al contempo divertente e pedalabile. Il manubrio da 780 mm e l'attacco manubrio da 40 mm completao l'opera assicurando un completo controllo del mezzo ed un'eccezionale guidabilità su qualsiasi terreno.

"E' difficile mantenere questa bici attaccata al suolo".
Tomas Lemoine Freerider professionista

Enduro

Joe Barnes and Ines Thoma necessitano di una bici dotata di una tecnologia innovativa ed accattivante, ma che sia anche in grado di affrontare le salite senza ridurre in pezzi gli atleti. Metti alla prova la nuova Torque trascorrendo qualche giornata al Whistler abbandonando gli impianti di risalita e potrai sperimentare tu stesso l'anti-squat di questa nuova bici e la cinematica a tre fasi. Continuerai a pedalare come se l'escursione fosse la metà di 175 mm.

Passaggio cavi

Il passaggio cavi interno li mantiene al riparo dagli elementi ed assicura un look pulito, ma rende al contempo più complicata la manutenzione, oltre a causare un possibile sferragliamento dei cavi. Scopri il nuovo sistema di passaggio cavi. Il resistente inserto in plastica offre un canale pulito e sicuro per il passaggio dei cavi e può essere facilmente rimosso in caso di manutenzione. Il canale è sinuosamente integrato nel telaio e svolge anche la funzione di paracolpi al fine di proteggere la tua bici in caso di urti violenti.

Categoria 5

Il nostro sistema di valutazione supera nettamente gli standard del settore al fine di garantire il massimo livello di resistenza alle nostre bici. Durante i test la nuova Torque è stata assoggettata a delle forze incredibili ed è stata condotta fino al suo punto di rottura in laboratorio. In seguito a questi test le è stata assegnata la categoria 5: la stessa della Sender.

Carbonio

Il triangolo anteriore in carbonio della Torque non è solo leggero, bensì anche estremamente robusto ed è caratterizzato da una disposizione delle fibre rinforzata nelle aree soggette alle maggiori sollecitazioni.

Allu-
minio

L'alluminio 6066 è da lungo tempo considerato il materiale più versatile nel mondo della mountain bike, benché possa essere più pesante. Le sue prestazioni sono ormai comprovate ed hanno un valore molto elevato.

"Il fatto che una bici con una simile escursione sia comunque pedalabile mi sbalordisce".
Ines Thoma Enduro racer

Downhill

Quando si è trattato di creare una bici in grado di sopportare la guida aggressiva di atleti come Troy Brosnan e Mark Wallace, la sfida non è stata da poco. Urti violenti e curve da capogiro affrontate a rotta di collo costituiscono le regole del gioco per la Torque. Con un'escursione posteriore di 175 mm e con l'adozione della cinematica a tre fasi ispirata alla Sender, il nuovo design del telaio assicura una migliore trazione e garantisce di superare indenni qualsiasi tracciato.

Nuovi leveraggi

Traendo ispirazione dal sistema di sospensioni della Sender CF, la Torque ha adottato dei leveraggi ed una cinematica simili al nostro missile da downhill. La nuova struttura ridefinisce la collocazione dei fulcri e posiziona l'ammortizzatore lateralmente. Tale cinematica offre una migliore trazione, maggiore sensibilità, anti-squat ed anti-rise ideali, al fine di sentirti su una rotaia in parabolica e nei tracciati molto tecnici.

Sospensione a tre fasi

I leveraggi trasmettono elevata potenza all'inizio della corsa al fine di far agire efficacemente l'ammortizzatore ad aria nel superamento di piccole rocce o radici. Il risultato è un'eccellente reattività, un'elevata sensibilità anche in presenza di piccoli ostacoli, oltre ad un'efficiente trazione in prossimità del punto del sag. Verso la metà della corsa la sospensione offre una stabile piattaforma al fine di mantenere invariata la dinamica della pedalata.

Ciò consente al ciclista di spingere attivamente per guadagnare una velocità superiore e contribuisce al carattere giocoso della bici. Il finecorsa è meno progressivo al fine di utilizzare una sufficiente escursione e trasmettere confidenza nei salti e nelle discese più difficili. Tramite l'installazione di distanziali volumetrici, potrai ulteriormente personalizzare la progressività della sospensione in base alle tue specifiche necessità.

Anti-squat

Un anti-squat maggiore rende la bici facilmente pedalabile, ma causa al contempo un maggiore pedal kickback. Ci siamo sforzati di raggiungere un equilibrio tra i due fattori che consentisse di non influire sulla dinamica della pedalata, evitando al contempo di cuasare instabilità o affaticamento in caso di sollecitazioni rapide e ripetute.

Anti-rise

Un anti-rise efficiente comporta che l'estremità posteriore rimanga attiva ed in contatto con il suolo in caso di frenate improvvise, assicurando un'eccezionale trazione ed un elevato controllo anche in caso di curve secche e lungo i trail più ripidi e impegnativi.

"Mentre volavo percorrendo i percorsi più tecnici al Whistler non riuscivo a smettere di sorridere".
Troy BrosnanDownhiller professionista
Prossime caratteristiche
Prossime caratteristiche